Un po' di storia

Bookmark and Share

Durante il periodo paleolitico l’uomo arrivo su questo territorio intorno circa 10.000 anni fa. Sono stati trovati dei resti archeologici nell’area di Sipaliwini risalenti a quel periodo. Tuttavi gli Arrawaks furono i primi a stabilirsi sulle coste del Suriname intorno al 500 dc. Furono gli spagnoli i primi bianchi ad arrivare qui nel 15° secolo, incerca di oro, ma non trovandolo non furono interessati nella colonizzazione. La scoperta del Suriname si attribuisce ad Alonso de Ojeda,  che accompagnava Colombo, ma non è certo se abbia mai messo piede qui. Fu Domingo de Vera che prese possesso in nome della Corona Spagnola nel 1593. La colonia passo dagli spagnoli agli Inglesi , che nel 1650 crearono piantagioni di tabacco e di zucchero nella fascia costiera  ad ovestdel fiume Suriname, e fondarono uno stanziamento che oggi è Paramaribo. Due decadi dopo gli Olandesi si stanziarono in quello che oggi e New Amsterdam. Le piantagioni installate durante il secolo scorso furono la principale risorsa economica. Venivano coltivate dagli schiavi importati dall’africa, molti dei quali scappavano nell’interno e guerreggiavano contro i coloni bianchi. Questi fuggitivi (Bush Negros) ed i loro discendenti hanno sviluppato una cultura caratteristica con molte influenze africane. Con l’abolizione della schiavitù la forza lavoro venne dalla Cina, India ed Indonesia. Le piantagioni tuttavia non hanno avuto futuro ed il Paese ha dovuto cercare altre risorse. All’inizio del 1900 furono scoperti giacimenti di Bauxite nell’area di Marowijne, e le miniere divennero la principale risorsa economica, specialmente durante la seconda Guerra Mondiale.
Il Suriname rimase una colonia dei Paesi Bassi fino al 1954, quando divenne stato semi-autonomo ed ebbe l’indipendenza nel 1975. Cinque anni dopo il governo fu sostituito da un regime militare che trasformò il Suriname in repubblica socialista. Questo regime durò fino al 1987 quando a seguito delle pressioni internazionali finalmente fu fatta una elezione democratica. Ma i militari rimasero in carica fino al 1991, quando finalmente fu eletto un governo democratico. Da allora fino ad Oggi il Suriname è una democrazia costituzionale.  L’attuale presidente Ronald Venetiaan è stato rieletto nell’agosto 2005 per la terza volta.
Il territorio è suddiviso in 10 distretti amministrativi: Brokopondo, Commewijne, Coronie, Marowijne, Nickerie, Para, Paramaribo, Saramacca, Sipaliwini, Wanica

A nord il Suriname reclama invece il triangolo di terra tra I fiumi New and Kutari/Koetari in una storica diatriba sulle acque di Courantyne; la Guyana si è rivolta al UNCLOS affinchè si risolva  questa lunga disputa sulle acque potenzialmente ricche di giacimenti petroliferi

Il Suriname è membro delle seguenti organizzazioni internazionali tra cui: UNESCO-FAO-WHO (World Health Org.)-WTO(World Tourism Org)-Intepol-ILO(Int. Labour Org.)-G/77